14 dicembre 2011

Architettura e città

Questo era il titolo della lectio magistralis tenuta dall'architetto ticinese (svizzero) Mario Botta nella chiesa dei Santi Luca e Martina al Foro Romano.

Ha parlato della qualità della vita e delle città italiane di provincia medio-piccole, in cui è molto diretto il rapporto con la storia.
Ci sentiamo perfettamente a nostro agio quando siamo in una via o in una piazza storica italiana, perchè sono dei veri e propri territori della memoria e ci conferiscono quel senso di appartenenza al territorio (indispensabile?) per vivere in armonia con noi stessi. 

7 dicembre 2011

Spagna e Italia, così vicine, così lontane

Sarebbe inutile chiedere a Carlos Ferrater, uno degli architetti spagnoli contemporanei più noti e più bravi, se conosce e apprezza l'architettura razionalista italiana della prima metà del Novecento, poichè ha dichiarato lui stesso di essere stato sedotto da alcuni architetti italiani, come Terragni, Figini e Pollini, Moretti e Libera e dalla loro capacità di astrazione.






Del resto alcune sue realizzazioni dimostrano piuttosto chiaramente questa passione.





1 dicembre 2011

Corruption perception index 2011

Riporto qui di seguito i diagrammi della ricerca e una serie di link ad articoli del sole 24 ore e ai siti ufficiali dell'organizzazione Tranparency International.
Non credo ci siano commenti da fare, ma una sola precisazione importante; lo studio si riferisce alla percezione della corruzione, come dice il titolo, ricavata soprattutto dalla lettura dei giornali, quindi non a dati "scientifici". 
Oserei dire però che a volte la percezione è più importante della realtà, soprattutto per l'aspetto psicologico e di fiducia nelle istituzioni che crea nei cittadini, oltre all'enorme danno economico e di immagine che subisce il nostro Paese a livello internazionale.