28 febbraio 2014

Piano con le periferie

Il lavoro sulle periferie è la missione che il senatore a vita e architetto Renzo Piano ha deciso di svolgere per onorare il suo impegno pubblico e per farlo ha selezionato, su seicento candidati, sei giovani architetti tra 1 29 e i 38 anni con Master o esperienze professionali all'estero, finanziati dal suo stipendio di senatore, a formare il gruppo di lavoro G124, dal numero della stanza assegnatagli a Palazzo Giustiniani, che adesso ha le pareti di conpensato, proprio come in un laboratorio, perfette per attaccare disegni e appunti di lavoro.
Michele Bondanelli, Roberto Giuliano Corbia, Francesco Lorenzi, Roberta Pastore, Federica Ravazzi e Eloisa Susanna lavoreranno al progetto sotto la supervisione dell’ingegnere Maurizio Milan, fondatore ma oggi fuori dalla Favero & Milan e degli architetti Mario Cucinella e Massimo Alvisi, entrambi già collaboratori dello studio di Piano.

25 febbraio 2014

quello che non ho

Mi piace molto intitolare un post del mio blog di architettura (e non solo...) come la canzone di un grande come De Andrè. Devo dire che si adatta bene, anche se si tratta del contrario di un plurale maiestatis (non so come si dice), perchè quello che non ho si riferisce in realtà a quello che (quasi?) tutti noi italiani non abbiamo. 
L'idea mi è venuta grazie ad un album di Europaconcorsi in cui si possono vedere moltissimi interventi di sistemazione di percorsi pedonali e ciclabili in ambiti cittadini ed extrurbani in giro per l'Europa e per il mondo. 

La prima cosa che mi è venuta in mente è stata che potevano servire come idee per gli amministratori capitolini, perchè ho la sensazione che da un po' di anni manchino, eppure in giro per l'Europa e per il mondo si fanno talmente tante cose che basterebbe copiarle.

20 febbraio 2014

a past too recent


un passato troppo recente

The acronym do.co.mo.mo stands for International committee for documentation and conservation of buildings, sites and neighborhoods of the modern movement and is a nonprofit organization founded in the Netherlands in 1988 to promote the preservation of buildings of the twentieth century.

14 febbraio 2014

la bellezza del progetto



Quando affronto un problema non penso mai alla bellezza, penso a come risolverlo. Ma terminato il lavoro, se la soluzione alla quale sono giunto non è bella sono sicuro di essermi sbagliato       [R. Buckminster Fuller]

7 febbraio 2014

1996-2007 - secondo boom edilizio

Lo dice abbastanza chiaramente Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme, nel suo editoriale sull'ultimo numero del Giornale dell'Architettura, che c'è stato un sorprendente ciclo di espansione edilizia che ha portato addirittura nel 2007 ad un numero di 500.000 occupati in più rispetto al 1998, quando erano 1,5 milioni.
L'economia italiana insomma con l'inizio del nuovo millennio ha investito gran parte delle risorse nel mattone, con un'operazione congiunta di famiglie, imprese e settore pubblico, che ha dimostrato però una grande difficoltà sul tema della qualità della produzione edilizia.
Seguono allora una serie di domande retoriche tipo: 
ha qualificato il nostro territorio?
ha rappresentato un nuovo modello di trasformazione del territorio?
ha migliorato la qualità della vita delle nostre città?
Molto poco, molto poco di nuovo.

5 febbraio 2014

the start of architecture


L'architettura inizia quando con cura si mettono insieme due mattoni.  
A quel punto comincia